Main Page Sitemap

Coniugazione del verbo vincere in spagnolo




coniugazione del verbo vincere in spagnolo

Francese modifica modifica wikitesto Nella lingua francese, il passato remoto è noto come passé simple.
Non sarà mai possibile stabilire una regola generale che stabilisca la quantità di tempo trascorsa per poter definire se l'evento è da considerarsi come "prossimo" o "remoto dato che ciò dipende dalla distanza psicologicamente percepita.
Portoghese modifica modifica wikitesto Nella lingua portoghese, viene chiamato pretérito perfeito.
Nell'uso"diano della lingua parlata, in Francia, questo tempo non viene più usato, venendo così relegato alla lingua scritta, ed essendo spesso trascurato anche nei testi letterari, sebbene non sia raro.
Spagnolo modifica modifica wikitesto In spagnolo, il passato remoto ( pretérito perfecto simple o pretérito indefinido è usato molto più che in italiano o in francese.Il passato remoto corrisponde alle varie forme di perfectum semplice che le lingue romanze hanno ereditato dal latino.I verbi che terminano in - dere daranno risi, ridesti, rise, ridemmo, rideste, risero ; per i verbi che terminano in -ndere si ha normalmente: spesi, spendesti, spese, spendemmo, spendeste, spesero.La convinzione - abbastanza diffusa nella penisola iberica - secondo la quale nei paesi ispanoamericani si usi oramai quest'ultima forma è in ogni caso erronea.Lo spagnolo non è usato solamente nella vita privata, ma anche a scuola, all'università e tagliare la legna in canada al lavoro.I giochi spagnoli di, quali l'Impiccato e Memorizza, ti permettono di esercitarti con la coniugazione dei verbi spagnoli in modo del tutto originale e di fare grandi progressi in poco tempo.Usa il coniugatore verbale spagnolo di per trovare le coniugazioni complete dei verbi spagnoli in modo comodo e rapido.



Analogamente, avremo il verbo sentir che al presente dà yo siento : in questo caso, per il passato remoto si avrà sentí, sentiste come forme regolari, ma alla terza persona la forma risulta sintió ( sintieron per la terza persona plurale).
Con coniugazione verbale si intende lo studio di tutte le persone e i casi in cui si articola un verbo.
Per dar, si avrà similmente: di, diste, dio, dimos, disteis, dieron.M., Tempo, Aspetto e Azione nel verbo italiano.Tenendo sempre conto del contesto, si preferisce il passato prossimo per eventi considerati in qualche modo ancora attuali.In quanto segue, se ne descrive la coniugazione dei casi più tipici: verbi in -ar (amar) verbi in -er (correr) verbi in -ir (partir) eu -ei (amei) -i (corri) -i (parti) tu -aste (amaste) -este (correste) -iste (partiste) ele -ou (amou) -eu (correu) -iu (partiu).Si ricorda nell' italiano burocratico il sempre più desueto attributo fu, anteposto ad un nome per indicare una persona deceduta (ad esempio, Il fu Mattia Pascal ).




[L_RANDNUM-10-999]
Sitemap